Irlanda Forum

Informazioni utili su Irlanda. Lavoro, viaggiare, curiosità ed avvenimenti in Irlanda. Italiani a Dublino

Ti comunico che il nuovo forum Tuttoirlanda é adesso disponibile al sito http://www.tuttoirlanda.com/forum

Se ti piace condividilo

Ci trovi anche su

Flusso RSS


Yahoo! 
MSN 
AOL 
Netvibes 
Bloglines 

Sondaggio

Secondo voi si trova ancora lavoro a Dublino?

 
 
 
 
 

Guarda i risultati


FIERA DEL LAVORO A DUBLINO: SARA' UTILE?

Condividere

Enrico
Amante Irlanda
Amante Irlanda

Posts : 4
Join date : 19.02.13

FIERA DEL LAVORO A DUBLINO: SARA' UTILE?

Messaggio Da Enrico il Mar Feb 19, 2013 9:09 pm

Ciao Donald,

Innanzitutto complimenti per questo forum e per l'impeccabile precisione delle informazioni e delle risposte date.
Ti scrivo perchè ho un quesito da porti. Faccio una premessa: non sono nuovo ad esperienze professionali in Irlanda, dove ho appunto lavorato nel 2011 per 10 mesi(presso la Biblioteca di Dublino all' Ilac Centre, ad Henry Street, per via di una borsa di studio), e a marzo del 2012 in una nota azienda a Cork come addetto al customer service (non ci crederai ma soltanto per una settimana: dopo appena 8 giorni di training, ci fanno sostenere un test e, con la scusa che il test non lo abbiamo superato, senza neanche farci vedere gli errori nè dandoci la possibilità di salutare i nostri ormai ex colleghi, mandano via 5 di noi, su 10 persone preselezionate e già contrattualizzate. Nel contratto non c'era alcun riferimento a dei test, nè al fatto che questi presunti test fossero poi "svincolanti"). L'esperienza di Cork mi ha insegnato due cose: A) a non fidarmi delle agenzie interinali "piccole e misconosciute"; B) di cercare lavoro all'estero ma nelle capitali, poichè se un paese è in crisi, i soldi e gli aiuti vanno prima nelle capitali (o al massimo nei acpoluoghi di regione, come nel caso di alcuni paesi tra cui Italia, Spagna, Francia e leggermente la Germania) e poi eventualmente li stornano alle altre città, e questo è un disegno tutto europeo riconducibile alla costituzione delle cosiddette "aree metropolitane", dove dovranno concentrarsi il maggior numero di ricchezze e risorse possibili dei paesi, lasciando così al loro destino le "aree periferiche", ovvero i centri più piccoli destinati, nel migliore dei casi, a diventare satelliti (appunto Cork, sebbene vi siano ancora presenti alcune multinazionali).

Tornando a noi, quando ho perso il lavoro a Cork, mandai CV a tutte le aziende di Cork ed immediati dintorni, qualcuno anche a Galway e Belfast, poichè avevo qualche risparmio soltanto e non volevo perdere la caparra per la sistemazione che avevo trovato. Il risultato è stato disastroso: a maggio dovetti rientrare in Italia poichè avevo quasi finito i pochi soldi che avevo da parte e a Cork non ero riuscito a trovare nulla neanche in quei pochi pubs e restaurants che c'erano; col senno di poi ho maledetto me stesso per essermi intestardito con la caparra, non aver mollato tutto e tentare a Dublin definitivamente.

In Italia ho arrangiato in un call centre per 4 mesi giusto per recuperare qualche soldino e così ritentare all'estero. Sono innamorato di Dublino, posso senza dubbio affermare che quel quasi anno trascorso alla biblioteca è stato fantastico, anche professionalmente perchè ho comunque lavorato ed imparato l'inglese, dovendo lavorare appunto con colleghi solo ed esclusivamente irlandesi. Ho conosciuto altri italiani che lavorano in varie aziende (quasi tutti come Italian Customer Service Agents) e si sono trovati, e si trovano, talmente bene che alcuni di loro hanno addirittura messo casa e famiglia lì.

Soltanto che ho ricominciato a mandare il mio CV in Irlanda dalla fine dello scorso novembre, a Dublino appunto, applicando soprattutto nel Multilingual e nel Customer Service, poichè ho diversi anni di esperienza in questo settore sul groppone, ma non sono mai stato contattato. Per me questa è stata una sorpresa molto amara, poichè in passato le aziende irlandesi rispondevano sempre alle mie application, anche se in maniera negativa: come se si fossero cioè italianizzati!

Scusami per il mio dilungarmi, ora arrivo al dunque: il 9 marzo ci sarà la consueta fiera BILINGUAL PEOPLE al Croke Park di Dublino ed io vorrei andarci, ma vorrei evitare di fare un viaggio a vuoto. Secondo te ne vale la pena? Da cosa può inoltre essere dipesa questa "chiusura" delle aziende irlandesi? Inoltre, seconde te è utile avere un qualcosa di tecnico nel CV come una ECDL a fronte di una bachelor degree in Musicologia? In ultimo,: cosa ci vuole oggi per trovare lavoro a Dublino nei Call Centre e com'è oggi la situazione economico-lavorativa a Dublino per un bilingual? Se puoi, spiegami qualche trucchetto, te ne sarei davvero grato.

Grazie mille in anticipo.

Un saluto grande.

Enrico
avatar
TuttoIrlanda
Fondatore
Fondatore

Posts : 404
Join date : 22.03.09
Location : Dublino

Re: FIERA DEL LAVORO A DUBLINO: SARA' UTILE?

Messaggio Da TuttoIrlanda il Mer Feb 20, 2013 1:15 pm

Ciao Enrico,

grazie per i tuoi complimenti. Fa sempre piacere riceverli. Comunque lo ricordo a tutti che questo è un Forum e che se volete rispondere e partecipare nelle conversazioni siete più che i ben venuti. Non voglio solo io rispondere, voglio che anche chi legga, se ha un consiglio da offrire lo può fare. In 2 minuti ci si registra ;-)

La tua esperienza lavorativa in Irlanda è molto bella. Personalmente la biblioteca all'Ilac Center è stata una delle mie prime scoperte nel 2005 ed è li che feci la tessera e prendevo in prestito i dvd e le audiocassette per imparare l'Inglese. Ma la cosa più bella di quella biblioteca sono la grande raccolta di musica Irlandese. Mi ricordo che fu li che ho scoperto tanti gruppi Irlandesi che prima a me erano ignoti. Il mio primo Cd che presi in prestito se non ricordo male furono i Lùnasa con The Merry Sister of Fate. Wow, poi tanti altri. C'era quel signore addetto ai cd che aveva scritto una lista di musiche Irlandesi che consigliava di ascoltare. Grandi nomi.

Per quanto riguarda l'esperienza di Cork, beh, con tutta onestà non mi risulta niente di nuovo. in Irlanda è una cosa normale. Questo perchè vi è una concezione molto più aperta del lavoro nel senso che possono licenziarti senza problemi. Loro sanno come fare. In molti contratti ci trovi scritto che per motivi di organico o di assetto del personale possono previa comunicazione licenziarti.

Ti racconto la mia storia. Nel 2006 se non vado errato lavoravo per una compagnia outsorcing a East Point Business park. Il team leader molto gasato di questo lavoro mi disse "Vedi, la cosa bella di una compagnia outsorcing rispetto a una ditta proprietaria è che se un team chiude ti possono inserire in un altro team e quindi il lavoro non manca mai" Beh, dopo 10 mesi di lavoro il team chiuse e ci mandarono a casa. Ci dettero un preavviso di 1 mese e poi tutti a casa. Il bello fu che 3 mesi prima che questo accadesse, avevano assunto 4 nuovi colleghi. Questi dopo 3 mesi furono licenziati il giorno stesso alla comunicazione.

Queste cose accadono, ma se vuoi sopravvivere non ci devi pensare e andare avanti. Personalmente guardo prima di tutto alla salute, poi al lavoro. All'inizio ero molto interessato al lavoro e alla carriera, adesso sinceramente non più :-) vedo solo alla salute e a tirare avanti in qualche modo. Evito lo stress che fa male.

Ti rispondo alla A) Fidati di nessuna agenzia Interinale. Non vuol dire che se è piccola o poco conosciuta è peggio di una grande e ben conosciuta. Questo per esperienza personale. Molto spesso una agenzia piccola ti da una mano di più rispetto ad una grande agenzia che tanto sa di avere tanti candidati e li puo' usare come vuole. Una piccola agenzia si da da fare di più ed è più umana. Alla fine ogni agenzia ha il compito di fare assumere le persone al fine di prendere le commissioni sul personele assunto. Non sono qua per fare volontariato. Spesso non sanno nemmeno leggere un Cv, non riescono a capire quale tipo di persona ci sia dietro a un Cv. A volte è ridicolo. Purtroppo loro hanno le redini e noi siamo i somari :-D

Rispondo a B)
Indubbiamente nelle capitali vi sono più risorse sia in termini di lavoro sia in termini di servizi al cittadino. A Dublino, capitale di Irlanda troverai senza dubbio più lavoro che andando in qualche contea Irlandese. Tuttavia anche Cork ha ancora i suoi business parks e assume personale. Adesso per esempio stanno assumendo a Dundalk che è un posto a un ora di Dublino vicino ai confini del nord Irlanda. Beh li non è certo una megalopoli ma ebay sta assumento 450 persone. Probabile che quindi il Governo, grazie anche ai contributi europei stia aiutato a sviluppare certe zone meno centrali? Probabile.

Per quanto riguarda la fiera Bilingual People bisogna vedere cosa ci vuoi andare fare. Mi spiego meglio. Questa fiera è fatta per chi vuole lavorare nel mercato del multilanguage tipo customer service o tech support. Ovviamente andando la non è che fai un colloquio di lavoro. Andando la puoi lasciare un cv ma credo che tu lo possa comunque fare online. A mio avviso questa fiera, simile a Career Zoo, serve a conoscere le ditte che assumono, chiedere informazioni in maniera informale su quello che può essere lavorare con loro, quali sono i requisiti etc etc. E' una occasione per chi vuole parlare direttamente con l'azienda che in altre occasioni non riuscirebbe a parlare. Per dire che l'azienda xyz assume , posso chiedere "io ho lavorato 2 anni in un call centre italiano e ho laurea in economia, se invio a voi il cv posso essere assunto o cercate qualcuno con 5 anni di esperienza?" Spero di essermi spiegato.
Se devi andare a Dublino direttamente per questo, sinceramente non sono sicuro che possa convenire ma nemmeno che non possa esserti di aiuto. Se puoi acquistare dei biglietti aerei convenienti e non spendere molto in alloggio allora ci puoi andare. Dopotutto è un qualcosa in più che puo' servire a capire cosa stanno cercando adesso nel mondo del lavoro, quali skills ci vogliono, quali titoli di studio. Questo difficilmente lo troveresti da altre parti.

La chiusura delle aziende Irlandesi è semplicemente derivata dal fatto che vi sono meno posizioni disponibili e le domande sono elevate. Pensa ad esempio se io ricevessi ogni giorno mille emails. Come faccio a rispondere? Devo quindi trovare una maniera diversa per gestire le risorse. Le ditte in generale hanno meno dipendenti e quindi devono gestire le risorse in un altro modo. Una volta, dico nel 2005-2009 circa vi erano molte più agenzie interinali e molti piu' lavori . Adesso vi sono meno lavori e meno agenzie. Ecco come mai vi è questa sensazione di chiusura delle aziende. Inoltre quando scrivi che hai iniziato a mandare il CV alle aziende Irlandesi, vuol dire che lo facevi dall'Italia? Adesso è raro che chiamino in Italia per un colloquio, ora bisogna essere qua in Irlanda, altrimenti nulla :-)

L'ECDL dipende a cosa ti serve. Se devi trovare lavoro in un ambito dove si usa un pc a livello di user allora puo' servire, ma se ovviamente devi applicare per Tech Support l'ECDL non ti serve a niente. In tal caso se hai una specializzazione in CompTIA, Cisco o Microsoft MCSA ovviamente è potenzialmente una carta valida da giocare rispetto all'ECDL.

Questa è una domanda da mille Euro? :-) cosa ci vuole oggi per trovare lavoro a Dublino nei Call Centre?
Prima di tutto ci vuole pazienza, un po di fortuna. Bisogna non scoraggiarsi e applicare in continuazione. Se fossi un recruiter impiegherei un candidato che ha conoscenza di più di una lingua straniera, tipo Inglese, Italiano, Spagnolo oppure Francese. Impiegherei qualcuno che abbia almeno 2 anni di esperienza dimostrabile in un call centre che abbia lavorato con incoming call e outbound calls. Dovrebbe dimostrare gli skills di sapere usare il pc. Se è un customer service magari avere gia avuto a che fare con programmi per il C.R.M., dove registri il cliente e tieni aggiornato il log delle chiamate, essere esperti con Excel. In questo caso avere una certificazione che lo dimostri.

Qualcosa del genere.

Vuoi un trucco? :-D certo.

Ad esempio se stai applicando per un ruolo di call centre o supporto tecnico cerca di mettere in evidenza il piu' possibile i tuoi skills in relazione al ruolo e non mettere nel cv info che non sono correlate al ruolo in esame. Esempio. Posso scrivere che sono esperto in un certo programma che gestisce il database dei miei clienti. Fare presente che ho lavorato usando Excel tutti i giorni, che so usare le mails. Toglierei invece quelle info che chi le legge non offrono quel valore aggiunto da dire "Ecco questo candidato è quello che fa per me".

Per finire, come ben saprai, la situazione lavorativa per un bilingua è leggermente cambiata. Adesso vi sono meno lavori e più persone che vi applicano. Sempre più aziende preferiscono assumere Tri-lingual perchè possono "sfruttarli" meglio allo stesso prezzo che di un bi-lingual.

Spero di averti dato una mano o un consiglio utile.
Fammi sapere,
Se non lo hai ancora fatto seguimi su Facebook http://www.facebook.com/tuttoirlanda se ti va.

Un abbraccio,
Donald

Enrico
Amante Irlanda
Amante Irlanda

Posts : 4
Join date : 19.02.13

Re: FIERA DEL LAVORO A DUBLINO: SARA' UTILE?

Messaggio Da Enrico il Mer Feb 20, 2013 8:44 pm

Ciao Donald,

grazie mille per le tue parole, che mi hanno schiarito moltissimo le idee e mi hanno tranquillizzato tantissimo. Sono orientato a venire a Dublino per il 9, anche perchè, scusami se ripeto un disco che suona ormai da anni, l'Italia ha fatto la fine del Titanic: è arrivata al fondo, la si può vedere ma non la si può tirare più su. L'Irlanda invece, da quanto leggo su questo forum e su alcuni quotidiani anche internazionali, sta facendo di tutto per curarsi le ferite, e sono certo che in un futuro non troppo lontano riprenderà a ruggire e a correre.

La mia intenzione è quella di applicare per customer service, laddove ho anni di esperienza.

Volevo soltanto chiederti un altro consiglio, e cioè se conviene inserire nel CV la mia esperienza di Cork, durata solo 8 giorni, oppure depennarla proprio. Te lo chiedo perchè ho visto che le aziende giustamente chiedono i contatti delle ultime 2 aziende nelle quali hai lavorato, e non vorrei che poi contattando la vecchia agenzia interinale, questa poi dica che non mi hanno fatto lavorare più per un test non superato. Ma allo stesso tempo non vorrei che, depennando la mia esperienza dal CV, questa possa comunque risultare a livello fiscale nel momento in cui sottoscrivi un contratto con un'altra azienda.

La mia domanda relativa all' ECDL era rivolta soprattutto al fatto che è l'unico certificato, a livello europeo, che possa ATTESTARE l'uso corrente degli applicativi microsoft (excel, word, outlook, etc.)

Comunque, quel signore al quale facevi riferimento, quello della biblioteca all' Ilac Centre, si chiama Noel McMahon, ed è una persona straordinaria, come anche gli altri impiegati, che hanno contribuito e non poco a farmi innamorare perdutamente di Dublino e dell' Irlanda, senza minimamente sentirne la differenza climatica (te lo dice un campano della costa Very Happy).

Complimentissimi anche per il profilo facebook.

Un abbraccione grande e a presto.

Ti farò sapere quando arriverò a Dublino così, se avrai tempo e ti andrà, potremmo conoscerci davanti ad una bella birra Very Happy
avatar
TuttoIrlanda
Fondatore
Fondatore

Posts : 404
Join date : 22.03.09
Location : Dublino

Re: FIERA DEL LAVORO A DUBLINO: SARA' UTILE?

Messaggio Da TuttoIrlanda il Gio Feb 21, 2013 11:55 am

Ciao Enrico,

purtroppo (come la vedo io) il problema dell'Italia è un sistema di corruzione ed estorsione dei soldi pubblici che ormai è perpretato sin dagli anni 80 e anche prima. Chi vuole lavorare è costretto ad essere schiacciato dalle pesanti tasse, che se servissero a qualcosa uno le pagherebbe pure volentieri ma tanto paghi paghi ma tanto la fossa è scavata ed è già profonda. Ci dicono, giovani e meno giovani che in Italia sono "choosy" e che non vogliono sporcarsi o lavorare. Chi ha i soldi ed è ricco rimane tale perchè è protetto dalle varie leggi e se la cava sempre. Chi è povero, paga tasse su tasse.
Purtroppo cè una mentalità basata sul favoritismo e sulle raccomandazioni. Chi è nelle mani in pasta manovra e fa i soldi. Più ne ha e più ne mette.
L'Irlanda è un paese giovane perchè cè molta proliferazione. Non siamo moltissimi e le risorse sono gestibili. A mio avviso le tasse sono giuste e proporzionate. Se hai un lavoro, anche un minimimo, ti permette di farti una vita decente e metter su famiglia. In Italia no purtroppo. Per carità non è certo vergine in quel senso parlando ma tuttavia il marcio è poco e contenuto e non fa marcire tutto il cesto delle mele. Forse il rovescio della medaglia è quella società che vive alle spalle dello stato e sopratutto del Social Welfare, esperta in succhiare i soldi dalla mammella dell'ufficio sociale e sapere dove beccare i benefits come la casa pagata dal comune, contributo sulla luce, gas, telefono, etc, etc.
Ma son sicuro che piano piano questa cosa diminuirà. E' da circa 3-4 anni che stanno facendo controlli a tappeto. Ogni tanto qualcuno spunta sul giornale. Una donna aveva tipo 300 mila Euro in 2 conti correnti ma prendeva il sussidio dello stato perchè aveva dichiarato che non abitava più col marito. Poi è andata al Criminal Court a spiegarlo :-D ahahaha

Va beh, tralasciando questo piccola divagazione, secondo me non ce lo metterei l'esperienza di Cork perchè risulta agli occhi del recruiter qualcosa di negativo. Infatti ti chiederebbero "Come mai solo 8 giorni" quindi devi spiegare il fatto che hai raccontato a me e quindi agli occhi esterni è negativa. Inserisci info sulla tua esperienza in call centre Italiano evidenziando i fattori chiave che se qualcuno legge il tuo CV capisce le tue abilità come lavoratore. Ad esempio se ricevevi 50 chiamate il giorno, se avevi un tempo stabilito di "handling call" per gestire la cosa. Se avevi dei task particolari che ti erano stati assegnati solo a te, etc, etc. Prima di fare questo, leggiti quello che viene richiesto in Inglese da una posizione di call centre. Capisci quello che sono i Key points che un candidato che vuole lavorare li dentro debba avere. Comparale con il tuo precedente lavoro.
Se riesci, fatti fare dal tuo precedente lavoro una lettera di referenza oppure preparati un numero di telefono Italiano dove sai che risponderà il tuo precedente datore di lavoro o HR , pronto a dire che tu lavoravi in maniera impeccabile e che ti raccomandano per una futura posizione lavorativa.

Da quello che so, una buona certificazione sarebbe questa:

http://www.microsoft.com/learning/en/us/mos-certification.aspx

Io con tutta sincerità ho sentito parlare di ECDL solo quando ero in Italia che a quel tempo c'era un concorso per vigile urbano :-)
Per il resto qua nei lavori che ho applicato io non se ne parlava. Questo non vuol dire che non sia valida, ma che forse in alcuni casi non è presa molto in considerazione. Ma questo non vuol dire che magari in altri settori o compagnie possa essere di aiuto.

Tienimi aggiornato.
Viva la birra :-D

A presto,
Donald

Contenuto sponsorizzato

Re: FIERA DEL LAVORO A DUBLINO: SARA' UTILE?

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


    La data/ora di oggi è Lun Lug 24, 2017 11:29 am